Codicedeicontrattipubblici.it, A cura di Avv. Ornella Cutajar e  Avv. Alessandro Massari
Cerca nel Sito

Dlgs 18/4/2016,n.50   Dlgs 12/4/2006,n.163

Archivio News

Tribunale Regionale Giustizia Amministrativa Trentino Alto Adige Bolzano 20/3/2020

1. Appalti pubblici - Sicurezza - Costi e oneri - Distinzione - Ribassabilità - Si riferisce alla somma a base di gara depurata dei soli costi della sicurezza (Art. 23, c.16 e art. 95, c.10 (D.Lgs 50/2016))
2. Appalti pubblici - Offerta - Presentazione di prodotti equivalenti - Rilevanza - Ai fini dell'ammissibilità dell'offerta - Estensione automatica alla valutazione qualitativa - Esclusione (Art. 23, c.16 e art. 95, c.10 (D.Lgs 50/2016))

TAR Lazio Roma sez. I 24/7/2019

Contratti pubblici - Costi della sicurezza aziendali - Obbligo indicazione nell'offerta ex art. 95, c.10 dlgs. 50/2016 - Trova applicazione anche nelle procedure di RDO sul MePA (Art 95, c.10 (D.Lgs 50/2016))

Deliberazione A.N.AC. 17/7/2019 n. 680

Contratti pubblici- Definizione dei costi della sicurezza c.d. "esterni" - Spetta alla stazione appaltante, chiamata a fissarli a monte della procedura- Su di essi i concorrenti non dispongono di alcun potere dispositivo (Articolo 23, comma 16 (D.Lgs 50/2016))

Consiglio di Stato sez. V 29/4/2019

Contratti pubblici - Costi sicurezza aziendali - Omessa indicazione nell'offerta economica - In assenza di prescrizione della lex specialis - Procedure regolate dal dlgs. 163/2006 - Soccorso istruttorio - Va disposto (Art. 95, c.10 e art. 83, c.9 (D.Lgs 50/2016))

TAR Lazio Roma sez. I quater 21/3/2019

Gare pubbliche - Costi della sicurezza- Divieto della sostanziale revisione della voce degli oneri di sicurezza aziendale - Sono consentite compensazioni tra sottostime e sovrastime di talune voci dell'offerta economica, ferma restando la sua strutturale immodificabilità (Articolo 97, comma 5, lettera c) (D.Lgs 50/2016))

Tar Lombardia-Brescia, sez. II, 4 luglio 2017

Contratti pubblici -  Costi della sicurezza aziendali - Obbligo di indicazione - Indicazione erronea - Possibilità di riscostruire il reale ammontare utilizzando anche i chiarimenti e le integrazioni fornite in sede di soccorso istruttorio (Articolo 95, comma 10, D.Lgs. n. 50/2016)

Consiglio di Stato sez. III 9/1/2017

Appalti pubblici - Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato n. 19 del 27 luglio 2016 - Gare anteriori all'entrata in vigore del d. lgs. n. 50 del 2016- Ipotesi in cui l'obbligo di indicazione dei costi della sicurezza aziendale non sia stato specificato nella legge di gara e non sia contestato, dal punto di vista sostanziale, che l'offerta rispetti i costi minimi della sicurezza aziendale-Esclusione della concorrente- Non può essere disposta se non dopo che lo stesso sia stato invitato a regolarizzare l'offerta della stazione appaltante nel doveroso esercizio dei poteri del soccorso istruttorio (Art. 95 comma 10 (Dlgs 50/2016))

TAR Marche sez. I 3/10/2016

Appalti pubblici - Costi sicurezza aziendali - Questione della legittimità dell'indicazione di costi di sicurezza pari a zero - Giurisprudenza prevalente - Sostiene che un'indicazione di questo tipo renda del tutto inattendibile l'offerta - Orientamento che ammette la possibilità di giustificare l'indicazione di oneri di sicurezza aziendali pari a zero - Tale rara possibilità si limita però al caso in cui essi siano effettivamente e strutturalmente pari a zero (Art. 95, comma 10 (Dlgs 50/2016) e art. 87, comma 4 (Dlgs 163/2006))

Ordinanza Consiglio di Stato sez. V 13/9/2016

Appalti pubblici - Costi sicurezza aziendali - Orientamento a.p. sent. 3/2015 - E' stato messo in discussione da diversi tar con rimessione alla Corte di giustizia UE (Art. 87, c.4 (Dlgs 163/2006) e art. 95, c.10 (Dlgs 50/2016))

TAR Calabria Reggio Calabria 8/9/2016

Appalti di ll.pp. - Indicazione costi di sicurezza aziendale - Obbligo inderogabile di legge ed il cui inadempimento comporta l'esclusione pur in assenza di una espressa comminatoria contemplata nella legge di gara- Procedura nell'ambito della quale l'offerta era stata compilata prima della pubblicazione della sentenza n. 3/2015 dell'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato che ha esteso tele obbligo agli appalti pubblici di Lavori - Condivisione del principio posto dall'Adunanza Plenaria - Prevalenza dell'interesse pubblico alla rapida definizione della procedura di gara (Art. 97, comma 5, lett. d), art. 4, comma 1, art. 95, comma 10 (Dlgs 50/2016) e art. 86, comma 3 bis, 87, comma 4 (Dlgs 163/2016))

Consiglio di Stato sez. V 31/8/2016

Appalti pubblici - Costi della sicurezza - Dichiarazione impresa che indica stessi costi presuntivi della lex specialis - Non può tradursi in una falsa o mancata dichiarazione - Fattispecie (Art. 87, c.4 (Dlgs 163/2006) e art. 95, c. 10 (Dlgs 50/2016))

Consiglio di Stato sez. V 22/3/2016

Appalti pubblici - Costi della sicurezza - Indicazione per ogni categoria di lavoro - Rispetta obbligo ex art. 87, c.4 dlgs. 163/2006 come affermato dalla sentenza a.p. n.3/2015 (Art. 87, c.4)

TAR Lazio Roma sez. III ter 8/1/2016

Appalti pubblici - Costi della sicurezza aziendali - Lex specialis - Obbligo di specifica indicazione dei costi relativi alla sicurezza aziendale nell'offerta - Modulo informatico carente di tale previsione - Irrilevanza (Ar. 86, comma 3 bis. Art. 87, comma 4)

Consiglio di Stato sez. III 22/12/2015

1. Appalti pubblici - Costi della sicurezza - Dichiarazione allegata dal disciplinare di gara - Genericamente riferita ai "costi relativi alla sicurezza afferenti all'esercizio dell'attività svolta dall'impresa di cui all'art. 87, comma 4, del D.Lgs. 163/2006" - Può essere intesa come concernente i costi della sicurezza aziendali o c.d. interni - Fattispecie (Art. 87, comma 4 e art. 86 comma 3 bis)
2. Appalti pubblici - Costi della sicurezza - Obbligo di indicazione nell'offerta dei costi della sicurezza da interferenza- Sussiste solo se univocamente richiesto dalla lex specialis - Fattispecie (Art. 87, comma 4 e art. 86 comma 3 bis)

Ordinanza TAR Piemonte sez. II 16/12/2015

Appalti pubblici - Costi della sicurezza aziendali - Questione circa mancata indicazione costi sicurezza aziendali nell'offerta ed esclusione dalla gara - Nell'ipotesi di silenzio della lex specialis e di offerta sostanzialmente rispettosa dei costi minimi di sicurezza - Va rimessa alla corte di giustizia europea (Art. 87, comma 4, e art. 86, comma 3-bis)